Mini cars…maxi danni!

Nel nostro paese, ma anche in molti altri, accadono tante cose strane, ingiuste, assurde che ci fanno venire la voglia di andarcene e lasciar perdere tutto. Da un po’ di tempo ormai nelle nostre strade possiamo notare un fenomeno che potremmo definire strano ma soprattutto pericoloso. Accanto a noi, alle nostre automobili “normali” circolano le cosiddette mini cars, veri e propri pericoli pubblici affidati a ragazzini senza la minima esperienza o preparazione per poter condurre un veicolo a quattro ruote.

Il nostro ordinamento, le nostre Istituzione e i nostri “governanti”, da una parte, inaspriscono le pene e le sanzioni per chi infrange il codice della strada, rendono più difficili e più lunghi gli esami da sostenere per ottenere la patente, aggiungono alle multe (già di per sé salate) anche il decurtamento dei punti sulla patente, aumentano bolli auto e assicurazioni ma poi consentono a CHIUNQUE, anche minorenni, di guidare un mezzo a quattro ruote aggiungendo un pericolo sulla strada a quelli che già esistono.

Evidentemente, anche in questo caso, esistono delle potenti lobbies che impongono al legislatore un maggior grado di permissivismo in tema di accesso alla guida e di vendita di mezzi locomozione. Peccato che tutto ciò vada a discapito dei soliti noti, di quelli che la patente e l’automobile se la sono sudata e che pagano ogni loro errore molto profumatamente.

La contraddizione del sistema è palese: si consente a chiunque di vagare per strada in automobile senza avere una preparazione adatta, senza conoscere nemmeno i più elementari cartelli stradali salvo poi rendere molto arduo, sia da un punto di vista pratico sia da un punto di vista economico, il percoso di chi vuole patentarsi in modo corretto e normale. Questa è l’ennesima assurdità del sistema ma, forse, è ormai solo con le assurdità che il sistema stesso va avanti e sbaglia chi si stupisce.

Il fatto che i conducenti di queste mini cars non abbiano la benché minima idea di cosa vuol dire guidare appare evidente ogniqulavolta se ne incontra una sulle nostre strade. Niente precedenze, nessun rispetto della segnaletica stradale, spesso e volentieri eccessi di velocità e parcheggi molto “liberi”, ma d’altronde chi le guida è, quasi sempre, un ragazzino di 14/15 anni a cui la famigliola benestante ha deciso di regalare questo mezzo, peraltro molto costoso, per far sentire il ragazzino già grande e responsabile ma senza pensare ai danni e ai pericoli che questa situazione può provocare a loro e, soprattutto, agli altri.

Basta recarsi in un qualsiasi week end, in un qualsiasi locale di qualsiasi grande città per poter notare la diffusione che questi mezzi di trasporto assurdi hanno raggiunto. Ce ne sono ormai tantissimi di tutti i tipi, di tutti i colori e tutti guidati da persone che, forse, non sono in grado nemmeno di condurre una bicicletta. Chi ha acconsentito a questa situazione ha, pericolosamente e colpevolmente, sottovalutato i rischi che essa porta con sé ed ha offerto un’immagine di un paese, anche in questo caso, allo sbando e in mano a lobbies di potere che in nome del Dio denaro passa sopra a tutto e a tutti.

Addirittura queste automobiline possono essere usate anche da persone invalide che non avrebbero mai la possibilità di ottenere il permesso di guidare una macchina “normale” per evidenti limiti psicofisici. Ma ci si chiede se il risultato non sia lo stesso…Se lo Stato non consente a minorenni e/o invalidi di guidare un’automobile normale perché reputa la situazione pericolosa e le persone incapaci di essere responsabili o capaci, perché allora consente l’accesso a questi mezzi che, a parte le dimensioni, equivalgono in tutto e per tutto a quelle stesse macchine che vengono loro vietate?? Proprio non si riesce a capire il nesso, si riesce solo a capire che si tratta di una situazione molto sbagliata e che rischia di portare scompiglio e pericolo nelle nostre strade.

Sarebbe forse opportuno un passo indietro da parte di tutti e, soprattutto, da parte di chi deve decidere per tutti. Non si chiede di vietare tout court queste mini cars ma magari di regolamentarne meglio l’accesso affinché chi le guida non rappresenti un pericolo come accade oggi e questa fase si ottiene solo richiedendo a chi le usa una minima preparazione, non nel garage di casa, ma in autoscuola riconosciuta che sappia fornire, magari attraverso dei corsi brevi, un adeguato Know How.

…SOTTO A CHI TOCCA…

 

 

 

 

Annunci

One thought on “Mini cars…maxi danni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...