Una svolta per sconfiggere il “nemico” numero uno…

images

La notizia è di quelle che fanno tremare anche se va verificata e “provata” fino in fondo. Pare che sia davvero vicina una svolta in campo medico per cercare di sconfiggere quello che è, unanimamente, considerato il nemico numero uno cioè il brutto male, il tumore o cancro che di si voglia.

Il problema è che questa notizia è stata, come al solito, taciuta dai mass media ancora  troppo asserviti ai poteri siano essi politici o economici quindi l’invito è, almeno per ora, quello di divulgare il più possibile attraverso il passa parola sul web e in ogni altro ambito che più risulta congegnale. Appare purtroppo già evidente che le multinazionali faranno di tutto per insabbiare quella che può essere una scoperta tanto geniale quanto, per loro, scomoda. Infatti, nonostante sia stato diffuso un comunicato stampa ancora nessuno lo ha ripreso per informare tutti di ciò che è successo.

Pare che sia stata trovata la molecola antitumore e possiamo dire che si tratta di una scoperta tutta italiana. La ricerca italiana nonostante la crisi e i tagli ottiene un altro grande risultato. In pratica due ricercatori PRECARI dell’università di Urbino, Mirko Fanelli e Fusi Vieri, hanno trovato una molecola anti tumore che provoca il “suicidio” delle cellule tumorali o malate. In particolare sono riusciti a modificare chimicamente una singola molecola cioè il maltolo che è una sostanza naturale contenuta nel malto, nella cicoria, nel cocco, nel caffè e in altri prodotti sviluppando così una nuova classe di molecole ad alta attività anti neoplastica.

Questa scoperta che possiamo definire straordinaria ha avuto origine in un piccolo laboratorio di patologia molecolare in cui questi “lavoratori precari” attraverso i loro studi hanno individuato una famiglia di composti chimici capaci di svolgere la funzione desiderata cioè quella di indurre la cellula malata ad autodistruggersi.

Ma il difficile arriva ora in quanto c’è bisogno della sperimentazione e, nella fattispecie, tutti possono capire come sia indispensabile fare in fretta e non far passare i soliti decenni a causa, da una parte, di una burocrazia elefantiaca e, dall’altra, a causa di una serie di interessi economici che passano sopra la salute dei cittadini. In questo caso NON si può e NON si deve perdere tempo e, soprattutto, non è proprio il caso di fare speculazioni di sorta. Bisogna assolutamente divulgare a tappeto questa notizia, forse epocale, affinché gli organi preposti facciano il loro dovere.

Alcune fonti dicono che questi studi già sono stati testai e verificati ed è, davvero, una cosa straordinaria e made in italy…di questi tempi ci fa veramente bene una notizia del genere. Non stiamo parlando di una medicina, bensì di un prodotto naturale che attivato in un certo modo provoca il suicidio delle cellule tumorali che, in questo modo, non si riproducono più.

Forse è proprio per il fatto che non si tratta di un medicinale che la notizia è stata taciuta in attesa che qualche avvoltoio ci si butti a pesce per goderne i profitti. Immaginiamo quante perdite economiche avrebbero le multinazionali farmaceutiche se la cura del cancro passasse dalla somministrazione di medicine brevettate a quella di prodotti naturale anche se trattati.

L’auspicio è che chi gentilmente legge questo post vorrà, altrettanto gentilmente, divulgare la notizia a voce, tra amici parenti ed affini e, soprattutto, nel web tramite social network, blog o altro. E’ davvero importante e sembra che ancora una volta lo Stato voglia lucrare sulla pelle dei cittadini che speriamo abbiano più forza attraverso il passa parola e, perché no, attraverso qualche manifestazione pacifica nel caso in cui ce ne fosse bisogno.

…SOTTO A CHI TOCCA…

Annunci

One thought on “Una svolta per sconfiggere il “nemico” numero uno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...