Acqua per tutti…

images

Gli antichi filosofi anzi, i primi personaggi che decisero di occuparsi di filosofia come ad esempio Talete, ritenevano che l’elemento più importante della vita dell’uomo fosse l’acqua insieme a terra, fuoco e aria.

Oggi dopo migliaia di anni possiamo affermare che, forse, è ancora così nel senso che l’uomo e il pianeta che esso abita non potrebbero esistere senza l’acqua. E’ fondamentale per vivere, per crescere, per coltivare, per lavare e per altri mille necessità umane. Eppure sembra che stia sempre di più diventando un bene di lusso ad esclusivo pieno godimento di pochi eletti.

Tutti sappiamo, aad esempio, che in regioni come Sicilia e Sardegna l’acqua viene centellinata e  la gente spesso è costretta a lavarsi con acqua minerale. Questo però accade a causa delle infiltrazioni mafiose che controllano e sfruttano, traendone profitti enormi, la gestione e la distribuzione dell’acqua pubblica.

Questa è una cosa molto grave perché inficia quella che dovrebbe essere una vita normale dei cittadini togliendo loro un bene assoluto e primario come l’acqua e creando danni anche dal punto di vista turistico con sempre meno gente che si reca in queste zone anche a causa della scarsità di acqua. Sembra che nessuno possa fare nulla nemmeno in questo caso e sembra che la criminalità organizzata abbia avuto la meglio visto che questa situazione anomala continua ormai da anni.

Altro discorso è quello che riguarda prettamente l’acqua che beviamo tutti i giorni. Sappiamo benissimo che la qualità delle acque potabili che sgorgano dagli acquedotti pubblici è ottima ma ci ostiniamo ad acquistare acqua minerale in bottiglia o, addirittura, a dotarci di depuratori domestici che, come ha da poco mostrato una inchiesta di ” Striscia la notizia“, non solo sono inutili perché non depurano nulla ma nemmeno servirebbero perché, in realtà, non ci sarebbe niente da depurare.

Ci siamo fatti imbottire il cervello di paure ed ansie da consumatore temendo che la classica acqua del rubinetto di casa non fosse buona ma, da studi effettuati, non è affatto così anzi è proprio il contrario. Se pensiamo che le bottiglie in pvc che acquistiamo, prima di giungere nei nostri supermercati stazionano anche per mesi all’aperto sotto ogni tipo di intemperie, dal caldo torrido al freddo polare passando per pioggia grandine ecc, possiamo ben intuire quanto poco salutare esse siano. Anche gli stessi medici concordano sul fatto che l’acqua dei nostri rubinetti sia ottima da bere quindi sarebbe forse il caso di consumarne di più sia perché fa bene sia perché ci sarebbe anche un buon margine di risparmio e, di questi tempi, è un aspetto da non sottovalutare.

Tra l’altro emerge, a volte, il sospetto che alcune acque minerali che si possono acquistare, dato il loro prezzo bassissimo, in effetti non siano altro che pure e semplici acque del rubinetto travasate in bottiglie etichettate. In Italia non stupirebbe nemmeno questa evenienza…

Ben altro discorso è quello che riguarda quei commercianti che si permettono di vendere una bottiglia da mezzo litro di acqua anche a 2 € dimostrando di non essere altro che farabutti. L’acqua è un bene primario e il consumatore “assetato” andrebbe tutelato. Non è tollerabile pagare l’acqua 2 € ed è una palese forma di sciacallaggio velato dall’alibi che tanto chi ha sete non può farne a meno e quindi, spesso, spende anche 2 o più euro per mezzo litro di acqua. Le nostri fallimentari Istituzioni dovrebbe prevedere un disegno di legge per calmierare i costi delle acque e punire molto severamente coloro che disattendessero queste regole. Ma anche qui con le varie Boldrini e Finocchiaro sembra davvero dura…quasi impossibile.

Chi frequenta stadi o per eventi sportivi o, soprattutto, per concerti musicali sa bene che non è consentito l’ingresso con bottiglie di acqua portate da casa ma bisogna acquistarle all’interno a prezzi esorbitanti. I concerti, solitamente, si tengono in estate e la gente arriva presto spendendo così per dissetarsi cifre improponibili quando basterebbe consentire l’ingresso di bottiglie di plastica…senza svitare il tappo visto che poi dentro allo stadio vendono acqua dotata di tappo. Questa situazione fa schifo e chi assiste a concerti lo sa bene visto che sono anni che la musica è sempre la stessa e nessuno fa nulla costringendo chi ha più fantasia ad ingegnarsi per munirsi di tappi di riserva magari dentro al reggiseno delle donne, amiche, mogli o fidanzate che siano…E fanno bene, benissimo!!

Anche all’interno dei locali, dei pub o altro l’acqua costa quasi più del caviale perché l’italiano, mediamente, deve approfittarsene altrimenti non è contento. I gestori dei locali, soprattutto d’estate, dovrebbero omaggiare i clienti di una bottiglia di acqua a testa, almeno la prima. Non crediamo che andrebbero in fallimento ma, anzi, farebbero bella figura e aumenterebbero il numero dei loro clienti ma anche questa, causa spilorceria, sembra quasi un’utopia.

…SOTTO A CHI TOCCA…

 

Annunci

2 thoughts on “Acqua per tutti…

  1. La qualità dell’acqua del rubinetto è tutt’altro che omogenea. A seconda del luogo cambiano i sali che contiene e con quelli cambia anche il sapore.
    Di certo nelle zone montane è migliore di qualsiasi acqua in bottiglia, ma mi è capitato di stare in posti dove faticavo a farmici la doccia per l’odore che si portava dietro ed il gatto stava per morire di disidratazione perché preferiva quello al berla.

  2. Nata e cresciuta a Roma dove l’acqua era assolutamente straordinaria – la famosa “Acqua Marcia” (nome che gli deriva dall’acquedotto costruito da Quinto Marcio Re) – e dove per strada ci sono tante fontanelle con l’acqua freschissima, sono arrivata a Firenze subito dopo l’alluvione per cui ho dovuto per forza bere acqua in bottiglia ma appena è stato possibile ho riaperto il rubinetto! Ora una delle cose veramente belle che ci sono a Firenze sono i “fontanelli” dove l’acqua dell’acquedotto è libera, a disposizione di tutti e ci sono i rubinetti per quella naturale ma si può anche rendere gassata….
    Un vero bell’esempio di “acqua per tutti”!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...