Earth day…un giorno dedicato al nostro martoriato pianeta!

Unknown

Ieri si è celebrato l’annuale appuntamento con l’Earth Day, un giorno dedicato a riflessioni, progetti, dibattiti ma, soprattutto al rispetto che dovremmo avere per l’unico posto da cui, per ora, riceviamo ospitalità. Questa iniziativa è, senza dubbio, lodevole, ma spesso agli intenti espressi non seguono adeguate azioni per tutelare e proteggere il nostro pianeta.

Un pianeta ormai martoriato dalle azioni dell’uomo che, in nome di un profitto più o meno giustificato e giustificabile, passa sopra ad ogni tipo di regola ecologica anche la più elementare. Basta guardare le nostre strade, piene di cartacce, bottiglie di vetro o plastica e altri rifiuti abbandonati per terra come se ci trovassimo in una discarica. Questo oltre che un segno di sporcizia è un grave sintomo di ignoranza e maleducazione perché si considera il luogo pubblico, che dovrebbe essere di tutti e da tutti curato e mantenuto, come un luogo che non è di nessuno e quindi “adatto” ad essere sporcato e rovinato. E la cosa più brutta è che sembriamo ormai quasi assuefatti sia a sporcare che a vedere in giro la sporcizia.

Tutto ciò si ripercuote sul grado di sopportabilità che la terra ha nei confronti di chi ci abita cioè nei nostri confronti. Tirando troppo la corda, come si dice, questa pian piano si spezza e lo dimostrano gli innumerevoli terremoti, anche gravissimi e devastanti, che stanno colpendo il nostro pianeta negli ultimi tempi. Assistiamo ormai quasi ad un evento sismico al giorno più o meno intenso. Basta collegarsi al sito dell’istituto di geofisica e vulcanologia (www.ingv.it) per avere conferma di ciò. E questo non è senz’altro una cosa normale se si aggiungono poi tutte le varie alluvioni, smottamenti e frane a cui assistiamo.

Accanto alla mera maleducazione delle persone vi è poi una cosa che, se possibile, è ancora più grave. Lo sfruttamento indiscriminato delle risorse per fare profitto. Mi viene in mente i disboscamenti, la pesca selvaggia nei mari dove la popolazione ittica è diminuita in maniera esponenziale nonostante alcuni divieti di pescare “specie protette”. Ma l’uomo niente, va avanti imperterrito sulla sua strada credendo che tutto sia a sua disposizione e, soprattutto, inesauribile. Del resto cosa si può pretendere dalla razza umana, che ha basato l’intero proprio sistema di trasporti sul petrolio che, per definizione, è una risorsa esauribile e che quindi, prima o poi, finirà?

Tanti sono gli errori che facciamo e tante sono le cose che andrebbero fatte, per noi e per il nostro futuro. Come una buona raccolta differenziata che, ad oggi purtroppo, ancora non viene eseguita con attenzione o, peggio, non viene eseguita affatto. Bisognerebbe educare la popolazione al rispetto dell’ambiente, della nostra Terra perché abbiamo solo questa e una volta rovinata irrimediabilmente (e siamo sulla buona strada) sarà finita davvero con tutte le conseguenze che ne potrebbero derivare.

L’educazione a questo scopo, non mi stancherò mai di affermarlo, dovrebbe partire dalle scuole che hanno il compito di sensibilizzare gli alunni sul tema dell’ecologia e del rispetto di ciò che è natura sin dai primi anni quindi alle scuole elementari. Oggi questo compito viene disatteso sempre o quasi ed è uno dei tanti nei del sistema scolastico italiano. Viaggiando mi è capitato di notare che negli altri paesi è presente una maggiore educazione ecologica, basta osservare e fare un paragone tra i nostri marciapiedi e quelli all’estero…

A chi si lamenta del fatto che i nostri luoghi pubblici sono sporchi perché chi è preposto alla pulizia non fa il suo dovere risponderei che sì hanno ragione ma sta anche a noi magari evitare di sporcare ed essere più civili perché si tratta di “roba nostra” verso cui dovremmo avere lo stesso rispetto che abbiamo all’interno delle mura di casa nostra, non foss’altro per lasciare un ambiente vivibile ai nostri figli e nipoti.

Sarebbe opportuna un’inversione di tendenza in tempi rapidi, rapidissimi. Dobbiamo impegnarci tutti dalle scuole alle famiglie passando per le Istituzione e finendo alle nostre coscienze perché, è evidente, che ciò che di brutto facciamo alla natura essa ce lo rende indietro con quella potenza e violenza di cui solo lei è capace e dovremmo pensare che, continuando cosi, potremmo arrivare presto ad un punto di non ritorno. La natura offesa non scherza, fa tremendamente sul serio!!!

…SOTTO A CHI TOCCA…

Annunci

24 thoughts on “Earth day…un giorno dedicato al nostro martoriato pianeta!

  1. Sai, è tipico dell’uomo contemporaneo pensare che niente di quello che lo circonda lo riguardi: il marciapiede è sporco? Non è per chi l’ha ridotto in quello stato, ma perché nessuno l’ha pulito dopo. C’è inquinamento? Non è perché anche potendo andare in bus io prendo la macchina: è sempre qualcun altro che potrebbe farne a meno, mai io. Credo che tu abbia ragione: l’educazione deve partire dalle scuole e dalle famiglie. Però io, che ho passato un po’ di tempo a contatto con le scuole, posso assicurarti che la coscienza ecologica che i bambini naturalmente hanno (proprio perché nelle scuole l’educazione ambientale si fa), viene persa subito una volta entrati a contatto col “mondo reale”, quello in cui le cose vanno come dicevi tu e come ricordavo anche io poco fa. Soluzioni? Non lo so davvero. Il referendum sull’acqua pubblica di qualche tempo fa mi farebbe pensare che la coscienza i cittadini, sotto sotto (e quando inizia a toccare il lato economico) ce l’abbiano. Però poi vedo gli sprechi di energia e risorse che tutti, indistintamente, portiamo avanti anche senza accorgercene, e mi rendo conto che anche quella coscienza, in fondo, ha breve durata. Sono troppo pessimista, che dici? 🙂

  2. già…si delega tutto…ad altri, ma anche le cosiddette popolazioni più civilizzate pur mantenendo quasi asettico il loro lindore personale e prendendosi cura della natura s’impegnano anche seriamente a cercare di estinguere le balene e i delfini( he, sì, parlo di Norvegia e Giappone, tanto per dirne due)…non è allora per caso che l’essere umano è per sua natura votato al masochismo e all’auto distruzione?

  3. Hello! I simply would like to offer you a huge thumbs up for your excellent info you have
    right here on this post. I’ll be coming back to your site for more soon.

  4. Hi there, i read your blog from time to time and i own a similar
    one and i was just curious if you get a lot of spam feedback?

    If so how do you protect against it, any plugin or anything you can recommend?

    I get so much lately it’s driving me mad so any assistance is very much appreciated.

  5. I just like the valuable info you supply on your articles.

    I will bookmark your weblog and take a look at again right here frequently.
    I’m quite sure I’ll be told many new stuff proper right here!
    Best of luck for the next!

  6. I was extremely pleased to find this website. I want to to thank you for
    ones time due to this fantastic read!! I definitely liked
    every part of it and I have you saved to fav to look at new
    information on your blog.

  7. Simply desire to say your article is as astonishing.
    The clarity in your post is just cool and i can
    assume you’re an expert on this subject. Well with your permission allow me to grab your feed to keep updated with forthcoming post. Thanks a million and please continue the rewarding work.

  8. This is really attention-grabbing, You are a very professional
    blogger. I have joined your rss feed and stay up for looking
    for extra of your magnificent post. Additionally,
    I have shared your web site in my social networks

  9. Your style is unique compared to other people I’ve read stuff from. Thanks for posting when you’ve got the opportunity,
    Guess I’ll just book mark this site.

  10. I like the helpful information you provide to your articles.
    I will bookmark your blog and check once more here frequently.
    I’m moderately sure I’ll be informed many new stuff right right here!

    Good luck for the next!

  11. whoah this weblog is fantastic i like reading your posts.
    Stay up the great work! You already know, a lot of individuals are
    hunting round for this information, you can help them
    greatly.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...