La Grande Mela

Immagine

Oggi, come preannunciato nella sezione “about”, parlerò di argomenti più leggeri.

Vorrei parlarvi di una mia grande, grandissima passione, un amore sconfinato…NEW YORK CITY!

Ho conosciuto l’amore mio in età adulta ed è stato un vero e proprio colpo di fulmine, amore a prima vista. Ricordo che ci eravamo dati appuntamento fuori dalla stazione della metropolitana della 53th street per intenderci di fronte al MOMA. Ci eravamo conosciuti su internet e dopo qualche mese di conversazioni in rete avevamo deciso finalmente di incontrarci. Decisi di andare io da lei in quanto avevo qualche giorno di vacanza quindi presi l’aereo e dopo più di nove ore atterrai al leggendario JFK. Ricordo che durante il volo ero assalito da mille domande: “Mi piacerà? Le piacerò? Dove mi porterà? Cosa faremo?” e via di seguito. Ero anche molto emozionato per questo appuntamento al buio e per un secondo pensai di essere stato troppo azzardato… una donna straniera che abita così lontano, pensai, speriamo bene!

Tutti i miei dubbi iniziarono a dissiparsi un po’ nel momento in cui dall’interno dell’aereo la vidi là, in lontananza che mi aspettava con un mazzo di fiori in mano. Pensai subito: “Questa me la sposo!!”. Come detto l’appuntamento vero e proprio fu in centro e, appena arrivai, lei era già là dritta in piedi, bella, alta, elegante, energetica, luminosissima nel suo splendore. Ebbi subito netta l’impressione che mi stesse aspettando da sempre e mi sentii stupido ad aver sprecato tanto tempo ad inseguire amori non corrisposti del tutto… se solo l’avessi saputo prima!!

Rimasi con lei per un totale di due settimane nelle quali ci amammo in ogni luogo, mi fece scoprire le sue cose più evidenti ed esteriori ma anche quelle più nascoste e che pochi avevano avuto il privilegio di conoscere. Fu un periodo meraviglioso in cui venni completamente catturato dal suo fascino e la cosa che mi faceva particolarmente piacere era che anche io avevo fatto breccia nel suo cuore, c’era un feeling evidente che ci avrebbe portato ad amarci per sempre. Venne purtroppo il tempo in cui avrei dovuto ripartire e non vederla per un pò. Le lacrime scesero copiose e lei, nella sua dolcezza infinita, mi diceva: “Dai, stai tranquillo, tanto ci vediamo presto e poi ci sentiamo su internet no?”. Mi tranquillizzava il fatto che non l’avrei persa mai più e che l’avrei rivista presto tanto che, sul volo di ritorno, già pensavo a come organizzarmi per rivederla di nuovo al più presto.

Tanta era la mancanza di lei che decisi di volerla rivedere di nuovo. Le dissi tutto una sera durante una conversazione in rete. Lei fu felicissima e io ero al settimo cielo. Andai ancora io da lei, non volevo si stancasse per il viaggio (è sempre tanto impegnata con tantissima gente) e poi, pensai, magari stavolta mi fa conoscere i suoi parenti…

Mi ritrovai di nuovo in volo senza nemmeno accorgermene e anche in questa occasione ero emozionantissimo. Arrivai, la vidi ancora là dritta in piedi, bellissima, profumatissima insomma: l’amore mio. Avevo ragione, questa volta mi fece conoscere lati reconditi del suo carattere e della sua vita, i luoghi dove era cresciuta, quelli che più amava e quelli che più detestava. Mi fece innamorare sempre di più e decisi di non tradirla mai e un domani, chissà, avremmo potuto anche sposarci.

Certo è una relazione a distanza (molta distanza) ma siamo entrambi determinati a portarla avanti per sempre anche se tra un po’ di difficolta logistiche.

Comunque è proprio vero l’amore non ha età e si può incontrare quando uno meno se lo aspetta in qualsiasi momento, dipende solo da noi. Io personalmente l’ho trovato ed è il più bello del mondo, il migliore che mi potesse capitare!!

Presto rivedrò la mia donna adorata, amata e le canterò la nostra canzone che più o meno fa così..

Start spreading the news, I’m leaving today
I wanna be a part of it, New York, New York.
These vagabond shoes are longing to stray
and step around the heart of it, New York, New York
I wanna wake up in the city, that doesn’t sleep,
to find I’m king of the hill, top of the heap.
My little town blues are melting away
I’ll make a brand new start of it, in old New York
if I can make it there, I’d make it anywhere 
it’s up to you, New York, New York 

New York, New York
I wanna wake up, in the city that doesn’t sleep,
to find I’m king of the hill, head of the list
cream of the crop at the top of the heap
My little town blues are melting away
I’ll make a brand new start of it, in old New York
if I can make it there, I’d make it anywhere 
come on, come through New York, New York

…SOTTO A CHI TOCCA…

Annunci

3 thoughts on “La Grande Mela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...